Tecnica & Tecnologia

Lenti Oftalmiche

La naturale classificazione delle lenti a seconda delle esigenze personali.

  • lenti fotocromatiche
  • lenti progressive
  • lenti monofocali

Le prime per una protezione intelligente dalla luce e dal sole.
Per prevenire in modo semplice disturbi e fastidi e per aumentare il comfort visivo, sempre più portatori di occhiali scelgono lenti fotocromatiche.

Le seconde sono indicate per tutti coloro che si stanno avvicinando al 50° compleanno: nonostante una “vista da falco” per la visione da lontano, la visione da vicino – ad esempio quando si legge – diventa ogni anno sempre più difficile.

Le monofocali sono lenti che hanno la stessa prescrizione sull’intera superficie della lente. Di norma il potere della prescrizione è scelto per permettere al portatore una visione chiara a tutte le distanze; in questo caso la regolazione della messa fuoco necessario per la visione a distanze diverse viene fatto dall’occhio.

 

 

Lenti Fotocromatiche:        transition                                                                                                           

Protezione intelligente dalla luce e dal sole. Il cambiamento di condizioni di luce che si verifica frequentemente ogni giorno può dare origine a stress visivo. In particolare le persone che sono sensibili all´abbagliamento spesso hanno gli occhi arrossati, che lacrimano, addirittura forti mal di testa quando il sole è basso nel cielo o in condizioni di luce diffusa.

Per prevenire in modo semplice questi sintomi e per aumentare il comfort visivo, sempre più portatori di occhiali scelgono lenti fotocromatiche per i loro nuovi occhiali.

Queste lenti “intelligenti” permettono una visione rilassata in ogni situazione. Grazie alla loro colorazione variabile divengono chiare all´ombra e all´interno, ma piacevolmente scure al sole.logo transition

 

 

Minerali: Sono colorate in pasta, per cui il loro grado di oscuramento non è uniforme perchè varia in funzione dello spessore della lente. Infatti, le sostanze fotocromatiche sono distribuite nell´intero spessore della lente. Per innescare queste ultime, si sottopone la miscela ad un trattamento a 600 °C. La durata e la temperatura di questo processo influenzano il colore del vetro, la velocità della reazione fotocromatica ed il grado di oscuramento della lente.

Organiche:  le aziende del settore oftalmico sono in grado di produrre lenti organiche con proprietà fotocromatiche eccellenti. Le lenti fotocromatiche organiche sono prodotte con materiale organico speciale che ottimizza l´assorbimento delle sostanze fotocromatiche. Diversamente dalle lenti fotocromatiche minerali, le fotocromatiche organiche mostrano le loro proprietà solo alla fine del procedimento costruttivo.

In questo processo, conosciuto come fotocromatizzazione, milioni di molecole fotocromatiche vengono fissate sulla superficie anteriore della lente mediante uno strato spesso circa 0.15 mm.

Lenti Progressive:progressive

Tutti coloro che si stanno avvicinando al 50° compleanno conoscono il problema: nonostante una “vista da falco” per la visione da lontano, la visione da vicino – ad esempio quando si legge – diventa ogni anno sempre più difficile.

Questo fenomeno è noto come presbiopia (dal greco presbys=vecchio e opia=occhio, cioè “vista da vecchio”) e colpisce allo stesso modo i portatori di occhiali e i non portatori.

La condizione deve sempre essere corretta con lenti adatte ad assicurare una visione buona e senza stress. Di norma la soluzione ideale sono lenti progressive di elevata qualità. La superficie esterna delle lenti progressive ha uno speciale design che permette di avere sempre una buona visione a tutte le distanze senza dover cambiare occhiali.

 

Lenti Monofocali

Le lenti monofocali sono lenti che hanno la stessa prescrizione sull´intera superficie della lente. Di norma il potere della prescrizione è scelto per permettere al portatore una visione chiara a tutte le distanze; in questo caso la regolazione della messa fuoco necessario per la visione a distanze diverse viene fatto dall´occhio.

Solo nel caso di lenti monofocali per occhiali da lettura, o utilizzi simili, la prescrizione viene ottimizzata per una certa distanza del vicino (di norma 40 cm); con gli occhiali da lettura non è possibile una visione nitida per il lontano.monofocali

 

 

 

Occhi nuovi per gente nuova