La Vista

leonardo

“ L’occhio, dal quale la bellezza dell’universo è specchiata dai contemplanti, è di tanta eccellenza, che chi consente alla sua perdita, si priva della rappresentazione di tutte le opere della natura, per la veduta delle quali l’anima sta contenta nelle umane carceri, mediante gli occhi, per i quali essa anima si rappresenta tutte le varie cose di natura. „

Leonardo da Vinci (1452–1519)

occhioleonardo

Leonardo da Vinci quando disegna l’occhio e il cervello non si basa sull’osservazione, ma si lascia guidare dalla tradizione e dai libri.

Una cosa, tuttavia, disturbava il sottile osservatore, il fatto che l’occhio, da lui assimilato come da molti altri alla camera oscura, non faccia vedere immagini capovolte del mondo; così, in alcuni disegni il fine artigiano aggiusta le cose, si sostituisce all’Artefice, disegnando una lente aggiuntiva.

Rappresentazione dell’occhio di Leonardo; il cristallino è centrale, il nervo ottico è cavo.

Un oc­chio. Solo un oc­chio trat­teg­gia­to fi­ne­men­te. Un oc­chio vo­lu­ta­men­te non par­ti­co­lar­men­te espres­si­vo, che im­ma­gi­nia­mo sia di uomo, per­ché sullo stes­so fo­glio Leo­nar­do ha di­se­gna­to un volto d’uo­mo.  Per­ché tra tanti, pre­sta­re at­ten­zio­ne pro­prio a que­sto di­se­gno del­l’oc­chio? Per­chè è una chia­ve per af­fron­ta­re e cer­ca­re di ca­pi­re Leo­nar­do fuori dalle so­li­te iper­bo­li e dalla so­li­ta re­to­ri­ca. Sem­bra pro­prio come quel­lo su cui po­treb­be pun­ta­re i suoi stru­men­ti un ocu­li­sta: un oc­chio un po’ “vuoto”. E non è un caso che sia così: a Leo­nar­do in­te­res­sa in primo luogo in­da­ga­re su quel­l’or­ga­no che per lui è un po’ il punto di par­ten­za di tutto.Vuole ve­der­ci den­tro, ve­de­re com’è fatto. Pro­prio per que­sto il di­se­gno è ol­tre­mo­do ri­ve­la­to­re di chi era Leo­nar­do: un ar­ti­sta che non vo­le­va farsi scap­pa­re nulla di ciò che ve­de­va.

L’oc­chio, per Leonardo,  viene prima del cer­vel­lo, ed è anche più af­fi­da­bi­le.

Ma l’oc­chio non ha ca­pa­ci­tà di sin­te­si: è ac­cu­mu­lo di sguar­di.

occhio leonardo

 

 

 

 

 

Occhi nuovi per gente nuova